Stemphylium botryosum (IT) | Syngenta Nederland

You are here

Farmore Technology

Stemphylium botryosum

(Ascomycota: Classe: Dothideomycetes:

Sottoclasse: Pleosporomycetidae:

Ordine: Pleosporales Fam. Pleosporaceae

[Macchia fogliare bianca]​

Ciclo di vita

Pleospora herbarum è la forma sessuata del Stemphylium botryosum. Il fungo sopravvive sui residui colturali. L'agente patogeno può essere trasmesso anche attraverso i semi. Si tratta di un parassita debole, che si manifesta principalmente su piante già colpite o danneggiate da qualcos'altro. Questo permette al fungo di penetrare nella pianta attraverso le ferite. Il fungo cresce particolarmente bene in condizioni di umidità. Il periodo di latenza è quindi solo di pochi giorni, tanto che l'epidemia si sviluppa rapidamente. Sulle vecchie macchie fogliari si sviluppano pseudothecia, in cui si sviluppano le ascospore. Non è ancora chiaro quale sia il ruolo di queste ascospore nell'epidemia. Gli isolati del fungo estratti dagli spinaci sono generalmente considerati non patogeni in altre piante ospiti. Non è chiaro se l'agente patogeno degli spinaci colpisca anche una specie diversa.​

Piante ospitanti

Porro, cipolla, scalogno, aglio, erba cipollina e spinaci.​

Sintomi

I primi sintomi sono leggere chiazze ovali che diventano brune quando si innesca la sporulazione. Le macchie crescono, ma generalmente rimangono ovali e chiaramente definite. Le foglie gravemente colpite si restringono. Se le condizioni sono troppo asciutte per la formazione di spore, le macchie possono assomigliare a danni causati da prodotti fitosanitari o fertilizzanti.​

Condizioni

Le informazioni più dettagliate provengono da studi sugli spinaci. La temperatura ottimale per la crescita di questo fungo è di 25 °C. Tra i 25°C e i 30°C e con un'umidità fogliare continua, il periodo di latenza è di due giorni. A temperature più basse e con una minore umidità fogliare, il periodo di latenza è più lungo. Lo sviluppo ottimale della malattia richiede otto ore di umidità fogliare. Il fungo può sopravvivere a periodi di siccità e ricomincia a crescere quando la foglia è bagnata. L'infezione diminuisce se la temperatura aumenta (30°C) durante il periodo secco.

Al contrario, altre fonti riportano l'incidenza di un fungo nelle cipolle in condizioni fresche e umide.​

Misure di coltivazione

  • utilizzo di materiali con fondo sano;
  • mantenere il raccolto libero da altre malattie;
  • prestare attenzione all'irrigazione a pioggia, specialmente durante la stagione calda.

La malattia può essere controllata utilizzando agenti approvati dal gruppo chimico seguente:​

Interventi maggiormente curativi:

SBI classe 1: triazoli (Amistar Top, Folicur, Rudis, Nativo).

Interventi preventivi:

  • strobilurine: Amistar, Amistar Top, Kenbyo, Signum, Nativo, Flint;
  • composti del cloronitrile: Folio Gold, Daconil.
Apron® XL